Le 10 automazioni migliori per il tuo ecommerce

Le 10 automazioni migliori per il tuo ecommerce

Le 10 automazioni migliori per il tuo ecommerce

Ogni proprietario di E-commerce sa bene che vi sono tantissime attività da svolgere per ‘seguire’ il proprio sito.

Fra l’aggiornamento costante dei prodotti, fra gli ordini e i pagamenti da evadere costantemente 24 ore su 24, senza giorni di pausa, fra i pacchi da elaborare e spedire, il tempo rimane sempre la risorsa chiave.
Il tutto, per giunta, rimanendo aggiornato con il servizio clienti, le recensioni e il marketing.

Per tale ragione è importante automatizzare il più possibile il proprio E-commerce, in modo tale da rendere delle operazioni quotidiane, automatizzate e svolte in automatico.

Quali sono i migliori servizi di automazione per il proprio E-commerce?
I servizi di automazione per il proprio E-commerce sono dei software che permettono di svolgere automaticamente delle attività manuali, come mail, azioni interne al sito, notifiche, app, ecc., in modo tale da assicurarsi che il flusso di lavoro sia costante pur senza la ‘supervisione’ del proprietario.

Fra le automazioni più comuni vi sono:

1. Plugin multifunzione
Si tratta di un plugin che permette di svolgere diverse funzioni in maniera del tutto automatica.
Le funzioni possono variare molto, in quanto dipendono direttamente dal numero di estensioni scaricate. Un esempio è dato da WooCommerce, che può racchiudere al suo interno un infinito numero di funzionalità.

2. Email marketing
Si tratta di un servizio software che permette di utilizzare l’email marketing tramite newsletter, attraverso la semplice sincronizzazione dell’account.

Tramite Mailchimp, ad esempio, potrai trasferire in automatico tutti gli indirizzi degli acquirenti in un elenco di email che può essere contattato (automaticamente) con aggiornamenti su prodotti e offerte.

3. Raccolta feedback dopo un acquisto
Le recensioni e i feedback dei clienti sono la base su cui impostare i propri miglioramenti, e vedere i difetti del proprio E-commerce.

Tramite il servizio di e-mail follow-up, sarà possibile contattare (per un periodo di tempo pre-impostato), i clienti che hanno acquistato nel tuo sito, per chiedere loro un servizio di feedback da condividere sotto forma di recensione.

4. Contattare i recensori delusi
Una recensione negativa può pesare come un macigno per il proprio sito, pertanto va attenzionata.
Grazie a software automatizzati è possibile impostare un servizio di notifica che ti permette di creare ticket di supporto qualora si presentino situazioni del genere, in modo tale da parlare col cliente e capire cosa non è andato a buon fine.

5. Suddivisione della clientela
Strumenti innovativi come ActiveCampaign permettono di suddividere i propri clienti in base alle caratteristiche in fase d’acquisto.

In questo modo, si può suddividere la clientela su base demografica, in base al sesso e alla posizione, in base al valore d’acquisto, al numero di ordini o in base all’abbonamento.
In pratica si può tracciare di tutto: immancabile.

6. Mailing list per carrello abbandonato
Grazie al servizio di mailing list per carrelli abbandonati, è possibile trovare e contattare coloro che abbandonano il carrello (statisticamente il 75% dei clienti).

7. Etichette di spedizione e tracciamento ordini
Tramite servizi di integrazione (anche con WooCommerce, ad esempio col software ShipStation) è possibile stampare etichette di spedizione e numeri di tracciamento con un solo click.

8. Promemoria ordine
Una volta venduto un ordine, è possibile ricontattare i clienti una volta che il prodotto venga esaurito.
Ad esempio, prodotti giornalieri, possono essere controllati una volta ‘consumata la confezione’, in modo tale da stimolare il cliente con il nuovo acquisto.

9. Email marketing
Molto spesso i clienti, prima di diventare tale, trascorrono molto tempo a cercare e valutare i prodotti, senza mai acquistare.
Tuttavia, tramite l’indirizzo e-mail è possibile individuare e contattare quei clienti a cui mandare offerte e stimolare ad acquistare il prodotto, in modo tale da renderli clienti effettivi.

10. Tools per social media marketing
Esistono numerosi tools che permettono la gestione dei social media per fare del marketing.
Tra questi, ad esempio, HubSpot provvede un numero variegato di tool per il content management, customer support, search engine optimization e il web analytics ad esempio.

In questo modo è possibile controllare il tutto con un solo click.